COME OTTIMIZZARE UN SITO WEB PER I MOTORI DI RICERCA E AVERE PERFORMANCE DA URLO

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, che significa l’insieme delle attività che permettono a Google, come motore di ricerca, di indicizzare al meglio un sito web.

Vediamo ora quali sono i punti principali da ottimizzare da un punto di vista SEO in modo da permettere al nostro sito web, di raggiungere la prima pagina di Google.

Analisi delle parole chiave

Tutto parte da qui, dobbiamo selezionare quei termini che i nostri potenziali utenti, andranno a cercare su Google e con cui intercetteranno i nostri prodotti e servizi. Per individuare queste parole chiave si possono utilizzare dei tools gratuiti come ubersuggest o il keyword planner di Google avendo cura di immedesimarsi e pensare come un vostro potenziale cliente.

Struttura delle URL

È fondamentale curare l’alberatura di un sito web e quindi anche le URL di ogni pagina. Dobbiamo impostare delle categorie di appartenenza per i nostri contenuti, così da migliorare la navigazione degli utenti, e mettere a Google di capire quali sono gli argomenti di cui si parla in una determinata pagina.

Di seguito troverai tre strutture di url, quelle in rosso sono sbagliate, mentre quella in verde è corretta:

Title e Description

Se vi state domandando cosa siano Title e Description, li vediamo tutti i giorni all’interno dei risultati di ricerca di Google.

Il Title è quello in blu, invece la description è rappresentata dai righi descrittivi neri subito sotto. Entrambi servono a comunicare al motore di ricerca di cosa si parla all’interno di quella pagina, quindi sono fondamentali da un punto di vista SEO e vanno ottimizzati.

In che modo? Sia nel Title che nella Description dobbiamo inserire la parola chiave per cui abbiamo deciso di posizionare quella pagina, senza superare i 60 caratteri per i title e i 150 caratteri per la description.

Scrivere dei buoni contenuti

Un contenuto deve essere scritto in modo leggibile sia per il motore di ricerca, sia per gli utenti.

Come riuscire a fare tutto questo? Dividiamo il testo in paragrafi, utilizziamo dei titoli all’inizio di ogni paragrafo, inseriamo in grassetto i concetti principali e le parole chiave, inseriamo dei link che portino l’utente verso un altro contenuto di approfondimento presente sul nostro sito web.

Queste poche e semplici regole, ci permetteranno di avere un contenuto ottimizzato, leggibile e che piace a Google.

Il blog migliora il posizionamento?

A Google piacciono i contenuti sempre aggiornati,questo però non deve essere l’unico motivo per aggiungere un blog al nostro sito web.

Un blog migliora il nostro posizionamento se c’è dietro una strategia che permette di sfruttarlo per riuscire a posizionarsi su quelle parole chiave informative che sono ricercate dagli utenti e quindi dai potenziali clienti all’interno del nostro settore; diversamente il blog non ha motivo di esistere perché diventa un inutile spreco di tempo.

 Con questa breve guida su come ottimizzare un sito web per i motori di ricerca, speriamo di avervi dato un punto di vista utile e che vi permetterà di migliorare le performance del vostro sito web, riuscendo a raggiungere la tanto desiderata prima pagina di Google.